COSA FACCIAMO FESTE E SAGRE TRADIZIONI

È carnevale: arriva l’esercito dei Le Beuffon

Le Beuffon, carnevale valdostano

A carnevale le strade si colorano di mascherine allegre. Tra coriandoli e festoni, si vedono sfilare personaggi fantasiosi, estrosi e originali che portano una ventata di brio nelle città e ripropongono le antiche tradizioni di un tempo. In Valle d’Aosta il carnevale è annunciato dai Le Beuffon, un esercito di maschere armate di campanelli che guidano la festa e la animano con i loro colori e il folklore che portano con sé. Ma chi sono e da dove hanno origine?

Le Beuffon: un po’ di storia

La figura dei Le Beuffon è tipica della zona di Courmayeur Mont Blanc e fa la sua apparizione proprio nel periodo del carnevale. Questo singolare esercito di maschere nasce nel Novecento e si ispira nell’abbigliamento allo stile della divisa militare. Il riferimento non è casuale: oltre ad avere il compito di introdurre e annunciare a tutti l’arrivo del carnevale, devono anche fare da guardia durante la festa. È compito delle mascherine tenere lontana la folla dai carri e assicurarsi che la festa proceda senza intoppi.

Le Beuffon, carnevale in Valle d'Aosta
Le Beuffon marciano per le strade annunciando il carnevale

Come simbolo del carnevale, la loro divisa è uguale per tutti: una giacca nera, arricchita da diversi ornamenti come medaglie, perline e alamari dorati, abbinata a dei pantaloni rossi con pompon, calzettoni bianchi e ghette rosse. E poi fa parte del vestiario un cappello in stile elmetto con fiori e diverse coccarde multicolori. Completa il tutto un pennacchio e vari nastri variopinti. Insomma, uno spettacolo di colori e decorazioni che sfilano per le strade di Courmayeur e ironizzano il loro ruolo di soldati all’interno del carnevale.

Il servizio di guardia del carnevale in azione

Quando si possono vedere i Le Beuffon in servizio? Ma naturalmente per tutto il carnevale! Sono loro che danno il via ai festeggiamenti e accompagnano i carri allegorici durante la sfilata insieme alla banda musicale. Rallegrano la folla coi loro colori e il suono dei campanelli che portano sempre con sé, mantenendo l’ordine con ironia e allegria. Del resto, sono pur sempre un servizio di guardia e hanno un compito ben preciso da rispettare.

Le Beuffon e il carnevale
Le Beuffon, con la loro ironica divisa militare, devono mantenere l’ordine durante la sfilata dei carri

Come parte integrante della tradizione valdostana, Le Beuffon alle pendici del Monte Bianco sono quindi tra i protagonisti de “Lo Carmetran”, o meglio conosciuto come il carnevale sulle Alpi. L’esercito è formato da circa 40 persone che, vestite con l’apposita e tradizionale divisa, ogni anno puntualmente riportano gli usi di un tempo nella contemporaneità della festa popolare, attirando moltissimi turisti. C’è anche tanta storia nella loro simbologia: alcuni particolari del loro tipico vestiario infatti derivano dalle figure di Umberto e Maria José di Savoia, in memoria dei loro giorni trascorsi in queste zone quando erano in viaggio di nozze. Ma ora è tempo di ammirarli in azione: l’esercito è già in marcia per rappresentare il carnevale di Courmayeur e animare i festeggiamenti fino alla fine.

Cristina Fontanarosa

Autore: Cristina Fontanarosa

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con la voglia di scoprire sempre cose nuove e luoghi interessanti.
È carnevale: arriva l’esercito dei Le Beuffon ultima modifica: 2019-03-04T10:45:46+01:00 da Cristina Fontanarosa

Commenti

To Top