COSA FARE EVENTI

Foire d’été, il trionfo dell’artigianato valdostano

Cropped Foire.jpg

Foire d’été è tornata nel suo consueto appuntamento annuale sul territorio valdostano. Ma di cosa si tratta e cosa ha regalato ai suoi curiosi visitatori? La fiera d’estate, uno degli appuntamenti più attesi nella regione, anche per il 2019 ha riservato tante sorprese a quanti hanno fatto una passeggiata tra i suoi stand, alla ricerca di oggetti tipici rigorosamente artigianali che di certo non hanno deluso le aspettative nemmeno per questa stagione. Scopriamo com’è andata quest’anno, facendo un rapido accenno alle sue origini.

Foire d’été, dal 1969 ad Aosta

La 51esima edizione della Foire d’été è stata un grande successo. Il 3 agosto 2019 le vie del centro storico di Aosta hanno accolto gli oltre 500 stand espositivi dove ogni anno si intende rivalutare l’artigianato locale. Alle ore 10 la città valdostana ha ufficialmente aperto i battenti della Foire d’été 2019, intrattenendo i suoi ospiti tra produzioni locali, musica e animazione fino a tarda serata. La tradizione valdostana ha molto a cuore questo evento estivo che ricorda molto l’altro evento fieristico della regione, la Fiera di Sant’Orso, che invece viene organizzata nel mese di gennaio. Lo scopo è sempre lo stesso: esaltare gli antichi mestieri, con opere interamente artigianali che racchiudono la cultura valdostana.

Fiera D'estate o Foire d’été con i suoi molteplici stand
La Foire d’été 2019 è stata un successo con gli oltre 500 stand e una grande folla di visitatori

La Foire d’été è ormai un appuntamento fisso sin dal 1969. Da allora non ha mai perso quei tratti tipici che lo rendono un evento così importante per tutta la Valle d’Aosta e i suoi abitanti. Dagli attrezzi di lavoro ai mobili, dagli oggetti in ceramica a quelli in legno: la fiera d’estate è la massima espressione dell’artigianato in tutte le sue forme e presenta in ogni banchetto le sue esposizioni più caratteristiche che catturano l’interesse dei visitatori di ogni età.

L’artigianato valdostano nelle vie di Aosta

Cosa offrono gli stand della Foire d’été? Passeggiando tra la folla, fermarsi in ogni espositore è una tentazione troppo grande per chi ama lasciarsi stupire da produzioni fatte a mano e oggetti unici. Prevalgono sicuramente quegli oggetti che appartengono alla tradizione alpina, come sculture intagliate in legno, attrezzi per il lavoro agricolo, creazioni in ferro battuto o in pietra lavorata. Il legno sembra predominare nella Foire d’été, con piccoli soprammobili da conservare come souvenir, giocattoli da regalare ai bimbi e naturalmente complementi d’arredo e mobili per arricchire l’ambiente domestico con un pezzo della tradizione valdostana.

Oggetti In Legno esposti alla Foire d’été
Il legno è uno dei materiali più presenti nella Foire d’été

E poi cesti in vimini, vasi in ceramica, composizioni di fiori e produzioni tessili di grande pregio: la fiera d’estate sa come stupire e lo fa stand dopo stand, anno dopo anno. Non mancano nemmeno le opere artigianali fatte con materiali meno “antichi”, come le suppellettili in pasta di sale e i bijoux in oro, argento e rame, che però ormai sono entrati di diritto nella tradizione tipica valdostana. Anche per quest’anno la Foire d’été ha conquistato tutti, grandi e piccini, residenti e turisti. Per chi se lo fosse perso, l’appuntamento è fissato per il prossimo anno con nuove e imperdibili proposte made in Valle d’Aosta.

Cristina Fontanarosa

Autore: Cristina Fontanarosa

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con la voglia di scoprire sempre cose nuove e luoghi interessanti.
Foire d’été, il trionfo dell’artigianato valdostano ultima modifica: 2019-08-09T10:03:58+01:00 da Cristina Fontanarosa

Commenti

To Top