CHIESE ITINERARI

Il Santuario di Notre Dame de Guérison sui ghiacci della Brenva

Santuario Di Notre Dame De Guerison

Lungo la strada per la Val Veny, sul ghiacciaio della Breva, si trova un luogo caratteristico che, già dal Seicento, fu teatro di guarigioni prodigiose. Si tratta del Santuario di Notre Dame de Guérison, costruito nel 1792 attorno ad una statua che era considerata miracolosa.

La nascita del Santuario di Notre Dame de Guérison

Sebbene il Santuario di Notre Dame de Guérison abbia perso quell’aura miracolosa che ha avuto in passato, la visita al sito è ancora un’esperienza sensazionale e suggestiva, anche per i panorami e gli scorci offerti dal magnifico scenario in cui si trova. La storia dell’edificio parte da quando sul posto non c’era altro che una berrier, ovvero un ammasso di pietre. Nei pressi si trovava una statua consacrata alla Vierge du Berrier, posta in una semplice nicchia. Attorno ad essa fu costruita una piccola cappella nel 1792.

Santuario di Notre Dame de Guérison - Ghiacciaio Della Brenva
Il panorama mozzafiato del Ghiacciaio della Brenva. Fonte: SummitPost

L’avanzata del ghiacciaio della Brenva, tuttavia, causò la distruzione della piccola costruzione nel 1816. La statua, però, rimase miracolosamente intatta e questo avvenimento fece diffondere l’idea della connotazione prodigiosa della scultura. Così, nel 1867, si decise di erigere un santuario, consacrato l’anno successivo e ampliato nel corso degli anni grazie alle molteplici donazioni.

Il magnifico scenario del ghiacciaio della Brenva

Il Santuario di Notre Dame de Guérison si presenta oggi con una pianta a croce latina ed è caratterizzata dagli altarini eseguiti dallo scultore svizzero Fumasoli di Lugano e dai dipinti di Giuseppe Stornone. Le pareti dell’edificio sono ricche di doni portati dai fedeli miracolati. E di ex voto di alpinisti che ringraziano la Vergine per aver risalito indenni il Monte Bianco o essere riusciti ad attraversare uno dei valichi. Questi ultimi, infatti, sono molto legati al santuario e alla Madonna della Guarigione e periodicamente fanno celebrare delle messe propiziatrici nella chiesa.

Santuario di Notre Dame de Guérison
Facciata del santuario. Fonte: Wikipedia

La visita al santuario, come detto, è resa unica anche dal panorama meraviglioso del ghiacciaio della Brenva. Con i suoi 730 ettari, è il quarto più esteso della Valle d’Aosta. Nascendo a oltre 3500 metri, inoltre, è anche uno dei ghiacciai con il maggiore sviluppo verticale dell’area del Monte Bianco. La sua denominazione si deve al termine valdostano che indica l’albero del larice. Il fitto bosco che si trova alla base della morena, infatti, è ricco di esemplari di questa specie.
Grazie all’impianto di risalita delle Funivie del Monte Bianco, inoltre, il ghiacciaio della Brenva è frequentatissimo dagli appassionati di sport invernali e non solo. Che sia per una sciata a Courmayeur, insomma, o per una visita al santuario, o semplicemente per scattare delle magnifiche foto al panorama mozzafiato, l’escursione al ghiacciaio sarà sicuramente una delle più belle esperienze della vostra vita.

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.
Il Santuario di Notre Dame de Guérison sui ghiacci della Brenva ultima modifica: 2019-07-09T09:00:10+02:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top