CIBO

La Carbonada

foto della Carbonada

La Carbonada è un piatto tipico della tradizione valdostana a base di carne di manzo cotta nel vino rosso con l’aggiunta di aromi. Perfetto per il clima invernale, accompagnato da un buon bicchiere di vino corposo. Originariamente veniva fatta con carne conservata in salamoia e con molta cipolla, risultando così un piatto ancora più saporito. Difatti, la ricetta prevede che le quantità di carne e cipolla siano uguali in peso, stufandole a fuoco lento.

Carbonada con verdure

Carbonada con verdure

Preparazione

Si prepara lasciando marinare per una notte i pezzi di carne in vino rosso, sedano, cipolla, alloro e rosmarino. Il giorno dopo tutti gli aromi verranno tolti e lasciati rosolare in padella con del burro, mentre la carne verrà fatta cuocere a parte. Un consiglio sulla preparazione: utilizzate del buon vino valdostano di un vitigno autoctono come ad esempio un buon gamay, un fumin o un petit rouge.

Gli ingredienti sono:

4 bicchieri di vino rosso

1 cipolla bianca

pepe

polpa di manzo

rosmarino

sedano

sale

burro 

alloro

1 cucchiaio di farina

Al mattino successivo togliere dalla marinata gli aromi e metterli in un tegame con metà del burro e fateli appassire per circa 15 minuti, quindi eliminateli lasciandovi solo il burro.
Fate quindi schiumare il resto del burro in una padella e fatevi saltare, per qualche minuto a fuoco vivace, le fettine di carne. Insaporite le fettine con del sale e pepe e trasferitele nel tegame insieme al burro aromatizzato. Spolverate con la farina, fatele rosolare per circa 10 minuti. Quando il liquido riprende l’ebollizione abbassate la fiamma e proseguite la cottura, senza coperchio, aggiungendo il vino. Proseguite ulteriormente la cottura per 30 minuti e se è  necessario fate asciugare la salsa a fuoco vivo. Quando la carne è tenera e il sugo parzialmente ristretto togliete dal fuoco e servite subito in tavola.

Varianti

La tradizione valdostana ricorre spesso al vino rosso, ma ciò non toglie che si possa utilizzare anche del vino bianco o un misto di entrambi. Dipenderà dai vostri gusti: se siete per i sapori decisi, allora attenetevi alla ricetta tradizionale. Provate in ogni caso anche la versione belga alla birra.
Potrete poi giocare con la scelta delle spezie: cannella, noce moscata, bacche di ginepro, salvia, alloro.
Infine per accompagnare degnamente la vostra carbonada, la tradizione valdostana suggerisce polenta o cipolle stufate.

Carbonada con patate

Carbonada con patate

Per un risultato eccellente, chiedete al vostro macellaio un taglio abbastanza magro e adatto alla cottura in umido, ad esempio la polpa di spalla.
Per insaporire nel modo migliore la carne potete seguire il metodo della pre-salatura come da tradizione: tagliate la carne a bastoncini, disponete quest’ultimi a strati in un contenitore di vetro intervallandoli con del sale, del pepe nero e delle spezie aromatiche. Lasciate riposare in frigorifero per circa tre giorni chiudendo il tutto ermeticamente.
I tempi di cottura variano dai 40 ai 60 minuti, a seconda che la carne sia più o meno tenera.

Annalisa Pedà

Autore: Annalisa Pedà

Sono Annalisa Pedà, classe 1990. Sono calabrese, ma vivo da alcuni anni ad Aosta. Ho studiato lingue straniere al liceo ed adesso lavoro per una multinazionale francese. Sono una grande salutista, pratico tanto sport e curo tanto la mia alimentazione . Amo viaggiare e andare alla scoperta di nuovi sapori, nuovi odori e nuovi stili di vita. Oltre alla passione per lo sport e per i viaggi, c’è anche la mia grande passione per la moda. Gestisco un blog personale da alcuni anni in cui parlo di queste mie passioni.
Scrivere mi rilassa e credo sia l’hobby migliore per accantonare la quotidianità.

La Carbonada ultima modifica: 2019-04-16T09:00:51+02:00 da Annalisa Pedà

Commenti

To Top