NATURA PAESAGGI SE PASSEGGIAMO

La Valle d’Aosta in autunno tra colori, sentieri e magia

Autunno In Valle D'aosta: alberi

In autunno, la splendida terra che circonda la Valle d’Aosta si colora di mille sfumature. Dal verde al giallo, fino al marrone è il foliage che diventa assoluto protagonista. Quando si pensa a questa regione sita nel Nord Italia le prime immagini che passano per la mente sono i paesaggi innevati e le piste da sci. Ma vi siete mai chiesti com’è la Valle d’Aosta durante la stagione autunnale? Lo spettacolo che offrono i suoi paesaggi è quasi surreale e suscita quelle sensazioni di pace e tranquillità che solo la natura può dare, coi suoi silenzi e con la sua bellezza.

Dove ammirare il foliage autunnale

Quando le foglie cominciano a cadere sui boschi della Valle d’Aosta cominciano le escursioni più interessanti, alla scoperta dei suoi sentieri circondati da alberi di ogni specie, dalle conifere ai faggi. C’è chi decide di raccogliere funghi (si dice che i porcini di questa regione siano tra i più pregiati!). E c’è chi vuole solo ammirare quel magico foliage che colora le sue valli e lo rende una meta turistica tra le più gettonate. Esistono, infatti, dei luoghi consigliati proprio per scoprire la bellezza del fogliame autunnale. Come la Val Ferret, dove lo scenario dedicato alle piste da sci diventa un luogo privilegiato per fotografare le vie sottostanti ricoperte di foglie colorate. Tra un’escursione di trekking e una passeggiata romantica nei boschi si può arrivare fino al lago Blu.

Lago Bleu

Qui il riflesso degli alberi si specchia sulle acque e crea uno scenario quasi fiabesco, dove immergersi nella natura e dimenticare tutto il resto. Le emozioni forti che provoca la Valle d’Aosta coi suoi meravigliosi paesaggi d’autunno diventano anche il terreno ideale per chi ama passeggiare in bici e percorrere con la sua mountain bike le vallate e i vigneti circostanti. Ma che si scelga di visitare i suoi boschi a piedi o sulle due ruote non importa. Il viaggio sarà un mix di colori, emozioni e scoperte, all’insegna dell’avventura e della natura.

Cosa portare con sé durante le escursioni in autunno

Zaino in spalla, le passeggiate in Valle d’Aosta richiedono solo tanta voglia di camminare e uno spiccato spirito d’osservazione. Ma cosa portare con sé per non perdersi lo spettacolo autunnale della regione? Serve davvero il minimo indispensabile. Sia per non caricarsi di un peso da trasportare per molte miglia, sia per godersi al massimo ogni momento senza pensare a niente che non rientri nel paesaggio. E così basteranno una borraccia con dell’acqua, una cartina della zona e una macchina fotografica.

Trekking

La tecnologia, con i suoi smartphone e i tablet, qui non è la benvenuta! Se proprio non si può fare a meno di portare con sé il telefono, si può decidere di usarlo solo in caso di emergenza. Se non si trova più il sentiero o se ci sono infortuni durante il tragitto. Si parte poi alla scoperta di una natura incontaminata, arricchita da un foliage che presto si colorerà di bianco e lascerà il posto a curiosi e turisti in cerca di un altro tipo di avventura.

Cristina Fontanarosa

Autore: Cristina Fontanarosa

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con la voglia di scoprire sempre cose nuove e luoghi interessanti.
La Valle d’Aosta in autunno tra colori, sentieri e magia ultima modifica: 2018-10-25T12:00:18+02:00 da Cristina Fontanarosa

Commenti

To Top