GLI AOSTANI RACCONTANO AOSTA

itAosta

COSA FARE COSA VEDERE CULTURA EVENTI

Saison Culturelle, un marzo fitto di appuntamenti

Saison Culturelle Aosta

Per il mese di marzo la Valle d’Aosta culturale ha un calendario fitto di appuntamenti grazie alla Saison Culturelle. Una rassegna culturale che abbraccia numerosi ambiti e che cerca di accontentare i gusti di tutti, anche dei più piccoli. Nomi importanti e spettacoli coinvolgenti non mancano e sono pronti ad allietare le giornate e le serate degli interessati. Vediamoli insieme.

La Saison Culturelle serve a valorizzare cultura e turismo

La Saison Culturelle è un investimento culturale fatto dall’Assessorato regionale istruzione e cultura della Valle d’Aosta. Un evento stagionale che porta in regione la partecipazione di numerosi artisti. Cinema, musica, teatro, spettacoli che incontrano i gusti di tutti. Con un’offerta di qualità invidiabile, che mescola vari generi di intrattenimento al fine di incuriosire e avvicinare ampie fasce di pubblico.

Il tutto pensato non solo per dare nuova linfa alla vita culturale valdostana, ma anche per migliorare le prospettive turistiche della regione. E proprio per offrire un’esperienza culturale a 360 gradi, non mancano eventi tradizionali e artisti locali, così da poter investire sui talenti del territorio e valorizzare il patois. Per questa trentacinquesima edizione della Saison Culturelle ad aspettarci ci sono ben quarantasette appuntamenti spalmati fino a maggio 2020.

Gli imperdibili

Il calendario di marzo è fitto di appuntamenti. Musical, spettacoli teatrali e concerti domineranno la scena della Saison Culturelle per questo mese. Le tematiche offrono una grande varietà di scelta. Musica orchestrale con la Corps Philharmonique de Châtillon, Gruppo Filarmonico di Quart. E ancora, Musikkapelle “La Lira” di Issime e la Banda musicale di Pont-Saint-Martin oppure Vinicio Caposela che presenta “Bestiario d’Amore”, il 6 marzo al Teatro Splendor. Si tratta di un’opera di grande forza espressiva che guarda alle pestilenze del nostro presente travolto dalla corruzione del linguaggio, dal neoliberismo, dalla violenza e dal saccheggio della natura.

Angela Finocchiaro
Angela Finocchiaro in una scena di “Ho perso il filo”. Foto: pagina facebook ufficiale “Angela Finocchiaro”

Per quanto riguarda il teatro, imperdibile è lo spettacolo “Ho perso il filo” di Angela Finocchiaro. L’attrice e comica ci racconta un’avventura straordinaria, emozionante e divertente al tempo stesso. Protagonista è un’eroina pasticciona e anticonvenzionale che parte per un viaggio, si perde, tentenna. Ma poi combatte fino all’ultimo il suo spaventoso Minotauro.
A chiudere la rassegna di marzo ci penseranno altri due nomi ben noti nel mondo televisivo e teatrale: Massimo Lopez e Tullio Solenghi. Il 29 marzo, al Teatro Splendor. I due comici tornano insieme sul palco dopo 15 anni con uno show di cui sono interpreti e autori. Coadiuvati dalla Jazz Company del Maestro Gabriele Comeglio, che esegue dal vivo la partitura musicale.

Solenghi e Lopez chiudono la Saison Culturelle
Tullio Solenghi e Massimo Lopez con la scomparsa Anna Marchesini ai tempi del Trio.
Saison Culturelle, un marzo fitto di appuntamenti ultima modifica: 2020-03-03T09:00:00+01:00 da Stefania Filice
To Top