ITINERARI NATURA

Saussurea, il giardino alpino più alto d’Europa

Giardino Botanico Alpino Saussurea

Nel territorio del comune di Courmayeur, a più di duemila metri di altitudine, si trova il giardino alpino più alto d’Europa. Stiamo parlando di Saussurea che in oltre settemila metri quadrati ospita gran parte dalla flora tipica dell’area del Monte Bianco. Fondato nel 1984, prende il nome di Horace-Bénédict de Saussure, il fondatore dell’alpinismo.

Il più importante tra i quattro giardini botanici della Valle d’Aosta

Tra i tanti primati che la regione Valle d’Aosta possiede, c’è anche quello del giardino alpino più alto di tutto il continente europeo. Si tratta, come detto, di Saussurea, uno dei quattro giardini botanici regionali. Si trova a ben 2173 metri di altitudine nel territorio del comune di Coumayeur, nella zona del Monte Bianco. Il suo nome deriva, come detto, da Horace-Bénédict de Saussure, lo svizzero considerato fondatore dell’alpinismo. Compì la prima ascensione conosciuta al Monte Bianco, nel lontano 1786. Dal nome di questo famoso personaggio, inoltre, deriva anche una tipica pianta che cresce proprio in questa zona, la Saussurea alpina.

Saussurea - Horace-Bénédict de Saussure
Un ritratto di Horace-Bénédict de Saussure realizzato da Jean-Pierre Saint-Ours. Fonte: Wikipedia

Il giardino Saussurea, che si estende per ben settemila metri quadrati sul Pavillon du Mont Fréty, è aperto da giugno a settembre. È raggiungibile con la Funivia dei Ghiacciai o a piedi attraverso il sentiero numero 20 da La Palud al rifugio Pavillon. È stato fondato nel 1984 dalla Fondazione Donzelli, Gilberti e Ferretti (oggi Fondazione Saussurea), che si occupa della protezione e dello studio della flora del Monte Bianco. La sua nascita ha beneficiato, inoltre, del sostegno della Regione Autonoma Valle d’Aosta e del Corpo forestale dello Stato. Dal 1987 nel sito è nato il progetto Espace Mont Blanc, che punta a creare le condizioni per la nascita di un futuro parco internazionale.

Il grande patrimonio botanico di Saussurea

Il giardino alpino Saussurea ospita circa 600 specie, andando a riprodurre i principali scenari botanici valdostani e non solo. È strutturato in due parti. All’inizio del giardini, nelle roccere, sono ospitate le specie botaniche raccolte secondo la provenienza geografica. Nell’area più interna, invece, si possono visitare le riproduzioni degli ambienti montani.

Saussurea Alpina
Un esemplare di Saussurea Alpina. Fonte: sito del giardino

Per quanto concerne le roccere, riproducono vari habitat alpini e internazionali. Si va dallo scenario regionale alla zona officinale passando per le Alpi orientali, la Penisola iberica, l’Eurasia, l’Emisfero australe, la zona del Nord America. Gli ambienti naturali riprodotti nell’area più interna, invece, riguardano il pascolo alpino, gli ambienti umidi, il macereto, la valletta nivale, l’alneto e il rodododendro-vaccinieto. Ben presto, inoltre, troveranno spazio anche le felci, un erbario e una banca del seme. A completare un vero e proprio micro-mondo vegetale ricreato nel magnifico contesto della zona alpina del monte più alto d’Europa.

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.
Saussurea, il giardino alpino più alto d’Europa ultima modifica: 2019-07-15T09:23:13+02:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top