NATURA

Alla scoperta del patrimonio naturale di Aosta

Gran Paradiso

La bellezza paesaggistica della Valle d’Aosta è uno degli aspetti più suggestivi dell’intera regione. Tutelare la natura e la fauna è una priorità per gli abitanti del luogo che garantiscono la giusta protezione a determinate aree naturalistiche. E così oggi ad Aosta e dintorni esistono parchi e riserve naturali, che sono ormai parte integrante del patrimonio valdostano. Si tratta dei due parchi, Gran paradiso e Mont Avic, insieme ad una decina di riserve naturali.

Parchi nazionali in Valle d’Aosta

I parchi che rientrano a far parte delle cosiddette aree protette sono habitat del tutto naturali. L’intervento dell’uomo si è limitato solo a salvaguardare il paesaggio naturalistico. Il parco nazionale del Gran Paradiso comprende una superficie di ben 70 mila ettari di terreno. La sua origine risale al 1922, ma il suo territorio è sempre stato oggetto di grande attenzione da parte di famiglie reali. Le distese di pini, abeti e larici con la sua fauna caratteristica lo rendono un’istituzione nel territorio nazionale e il più antico tra i parchi italiani. Diverse specie di animali a rischio estinzione vivono liberi in queste zone, come lo stambecco. Pare che in passato godesse addirittura della protezione di re Vittorio Emanuele II!

Stambecco

Uno stambecco tra i monti aostani

Si possono incontrare anche il camoscio, la marmotta, la lince, l’aquila reale e gli avvoltoi. Il parco nazionale Mont Avic è di origini ancora più antiche perché è stato istituito nel 1989. Lontano da forme di turismo di massa e attività legate all’agricoltura e all’allevamento, rappresenta un territorio dalla bellezza intatta, ancora oggi ricco di flora e fauna di grande rilievo. Paesaggi che si specchiano nei laghi, alberi secolari e animali che vivono in libertà senza temere nessun pericolo sono gli aspetti che lo esaltano come un luogo di assoluta pace totalmente immerso nella natura.

Le riserve naturali di Aosta

Aosta conserva gelosamente anche le ricchezze del patrimonio naturalistico presente nelle dieci riserve naturali. Si tratta di: Côte de Gargantua – Lago di Lolair – Lago di Villa – Les Iles – Marais di Morgex e La Salle – Mont Mars – Stagno di Holay – Stagno di Lozon – Montagnayes – Tsatelet.

Riserva Naturale

Panorami mozzafiato

Ognuna conserva dei tratti tipici, che siano tipi di piante rare, siti archeologici di spiccato interesse o habitat per animali in via di estinzione. Bellezza e storia si intrecciano in questo paesaggio tutto da scoprire. La Valle d’Aosta ne cura ogni aspetto gelosamente, al riparo da incursioni esterne o pericoli per la sua salvaguardia. Chi si reca in queste zone non può non dedicare parte del suo tempo a questi angoli di paradiso. Qui la natura vive protetta in tutte le sue forme.

Cristina Fontanarosa

Autore: Cristina Fontanarosa

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con la voglia di scoprire sempre cose nuove e luoghi interessanti.

Alla scoperta del patrimonio naturale di Aosta ultima modifica: 2018-12-12T10:57:23+02:00 da Cristina Fontanarosa

Commenti

To Top