GLI AOSTANI RACCONTANO AOSTA

itAosta

CULTURA MONUMENTI SITI RELIGIOSI STORIA

Area funeraria fuori Porta Decumana, importante sito archeologico

Entrata dell'Area Funeraria

Uno dei più importanti siti archeologici della città di Aosta; l’Area funeraria fuori Porta Decumana è una storia tutta da vedere e da scoprire. Una fonte di cultura invidiabile che attira turisti e cittadini, un vero e proprio orgoglio da sfoggiare e valorizzare al meglio. Aspettando tempi migliori per visitarlo dal vivo, proviamo a immergerci in questo piccolo tour virtuale!

La necropoli sita fuori Porta Decumana

Cosa significa “fuori Porta Decumana”? La spiegazione ha un fondamento storico. Il diritto romano voleva che le necropoli sorgessero all’esterno della città. I resti dell’area funeraria di Aosta sono stati, infatti, ritrovati a circa duecento metri di distanza dalla Porta Decumana e sorgeva sulla via che conduceva all’Alpis Graia.

Area Funeraria di origine romana
Rovine romane ad Aosta

Una necropoli a lungo utilizzata, sia in epoca romana che paleocristiana. Costruita durante il I secolo d.C. venne utilizzata fino alla fine del primo millennio. Da questo momento in poi si ebbe un progressivo abbandono.

L’Area Funeraria è costituita da più luoghi

Innanzitutto è divisa in due parti. Una prima parte più vicina alla strada e una seconda parte retrostante. Al suo interno si possono notare vari tipi di sepoltura. La sepoltura a “pozzetto“, un tipo di tomba scavata nella roccia, costituita di un pozzetto circolare. A “cappuccina”, una tomba in cui si accostavano a doppio spiovente coppie di tegole o più raramente di mattoni sesquipedali, ottenendo così una struttura a sezione triangolare, il defunto veniva cremato. A “piccola camera”, dove la camera rappresentava lo status sociale della persona sepolta. Infatti, terminava con un monumento funerario. A “inumazione”, introdotta nel II secolo d.C., con il cadavere sepolto nella terra. Quest’ultima divenne quella più usata.

All’interno dell’area funeraria si possono trovare altre zone di incommensurabile valore storico e culturale. Nel IV secolo d.C. vennero costruiti tre mausolei noti con il nome di Collinæ memoriæ. Sono orientati verso nord-sud e hanno le facciate rivolte verso meridione. I mausolei coprono le precedenti sepolture romane. Spostandosi a ovest di pochi metri, giace una basilica paleo-cristiana. Datata presumibilmente nel IV-V secolo d.C., anch’essa utilizzata fino alla fine del primo millennio e poi gradualmente abbandonata.

Immagine in evidenza: Patafisik / CC BY-SA

Area funeraria fuori Porta Decumana, importante sito archeologico ultima modifica: 2020-03-17T09:23:11+01:00 da Stefania Filice
To Top