COSA FARE CULTURA EVENTI

A Christmas Carol, il “Canto di Natale” a Palais Saint Vincent

A Christmas Carol, locandina

“A Christmas Carol”, conosciuto in Italia con il titolo di “Canto di Natale”, è l’opera letteraria natalizia per eccellenza. Nato dalla penna del grandissimo Dickens, è stato rielaborato in tutte le salse. Adattamenti cinematografici, televisivi, fumettistici si sono susseguiti nel tempo. A questi si aggiunge anche l’adattamento teatrale! Il 27 dicembre sarà possibile goderselo al Palais Saint Vincent. Un appuntamento assolutamente da non perdere, anche per la qualità del cast che vi recita.

“A Christmas Carol” ci ha insegnato a vivere il Natale

Ebenezer Scrooge è un avaro finanziere londinese che sembra aver perso ogni briciolo di empatia e umanità. Odia il Natale, perché per lui è solo una perdita di tempo che lo tiene lontano da lavoro, dai guadagni e lo costringe a garantire un salario al suo contabile, anche se non presente fisicamente in ufficio a faticare.

Ebenezer Scrooge
Scrooge nel suo ufficio

Mal sopportate da Scrooge ci sono anche le opere di beneficienza e i canti natalizi. Questo comportamento, ovviamente, lo fa odiare da chiunque. La sera della Vigilia di Natale, il fantasma del suo ex socio Marley gli fa visita. Gli anticipa l’arrivo di tre spiriti, che rappresentano il Natale del passato, del presente e del futuro, che cercheranno di dargli la possibilità di salvare la propria anima dal lavoro eterno, a cui sarà condannato per non amare. Dickens ci insegna che il ravvedimento è possibile, così come il pentimento e il cambiamento. Non è mai troppo tardi per cambiare, così come non è troppo tardi per amare la vita in tutte le sue sfaccettature. Lasciarsi l’indifferenza alle spalle, così come l’intolleranza e l’asocialità è un messaggio incredibilmente attuale anche ai giorni nostri, per questo il capolavoro di Dickens è considerato un classico senza tempo.

Charles Dickens, autore di A Christmas Carol
Charles Dickens

Roberto Ciufoli nei panni di Scrooge

Ricordato da molti per il suo ruolo nella Premiata Ditta, famosissimo quartetto comico italiano, Roberto Ciufoli indossa i panni di Ebenezer Scrooge in questo musical. Le musiche sono di Alan Menken, le liriche di Lynn Ahrens, il libretto di Mike Ockrent e Lynn Ahrens. Le coreografie originali sono di Susan Stroman, la regia originale di Mike Ockrent. La versione italiana è a cura di Gianfranco Vergoni e la direzione musicale di Gabriele de Guglielmo. Per quanto riguarda regia e coreografie, Fabrizio Angelini completa quest’opera straordinaria.

Roberto Ciufoli interpreta Scrooge.
Roberto Ciufoli

La Compagnia dell’Alba è in tour per tutta l’Italia e il 27 dicembre si fermerà al Palais Saint Vincent, a Saint Vincent. Un appuntamento adatto sia a grandi che a piccini. Non c’è un limite di età per assorbire il messaggio “dickensiano” reinterpretato da Angelini. Accanto agli adulti, infatti, recitano anche i bambini. Parafrasando il regista, se ci si isola con auricolari e cellulare, Bisogno e Ignoranza, i pericolosi bambini, figli degli uomini, presentati da Dickens tramite lo Spirito del Natale presente, sono ancora un pericolo attuale.

Stefania Filice

Autore: Stefania Filice

Laureanda in lingue e letterature straniere moderne. Appassionata di libri, scrittura, fotografia e videomaking. Qualsiasi cosa abbia a che fare con la creazione di una storia, l’immaginario e la fantasia.
A Christmas Carol, il “Canto di Natale” a Palais Saint Vincent ultima modifica: 2019-12-17T09:00:00+01:00 da Stefania Filice

Commenti

To Top