COSA FARE EVENTI LUOGHI DI RITROVO

Capodanno ad Aosta, eventi per tutti i gusti

Capodanno 2020

Cosa fare a capodanno è da sempre un cruccio per molti. Il solito cenone? Un weekend sulla neve? Una serata in discoteca? Un concerto? Ad Aosta c’è l’imbarazzo della scelta… una scelta che riesce ad andare incontro ai gusti di tutti.

Sia che si voglia stare con i piedi immersi nella neve, che si voglia stare nel caldo di un teatro ad ascoltare un’orchestra o che si voglia volare. Sì, proprio volare! Le attrattive sono numerose e incuriosiscono anche moltissimi turisti che, ogni anno, scelgono questa regione come cornice per i proprio festeggiamenti.

Capodanno in piazza e a teatro

Due grandi classici del capodanno sono le feste in piazza e i concerti a teatro. La città di Aosta offre entrambi! Se vi piace stare all’aperto e condividere l’attesa e la gioia per l’arrivo del nuovo anno insieme a tante altre persone, anche sconosciute, potete recarvi nell’area dell’Arco di Augusto. A partire dalle 17,30 musica e animazione accompagneranno i presenti sino allo scoccare della mezzanotte per poi continuare sino alle 2.00.

Arco Di Augusto
Arco di Augusto, Aosta. Autore: Geobia Licenza: CC BY-SA 3.0

E se questa festa non vi aggrada, vi potete spostare alla Cittadella dei Giovani dove vi attendono aperitivo, cena, spettacoli e attività a cura della direzione artistica del Teatro della Cittadella, in co-progettazione con i giovani del territorio.
I festeggiamenti, ovviamente, non terminano nella nottata di San Silvestro, ma proseguono, come di consueto, anche il primo gennaio. Nella mattinata di capodanno, infatti, c’è la possibilità di assistere al concerto di inizio anno. L’appuntamento è per le ore 11 al teatro Splendor, dove vi aspetta il concerto dell’Orchestra Sinfonica di Stato della Bulgaria, diretto dal maestro Abzal Mukhitdinov.

In giro per la regione tra ciaspole, mongolfiere, gatto delle nevi e buon cibo

Vedere le montagne dall’alto fa sempre il suo effetto e potete provare quest’esperienza proprio a capodanno. I decolli avvengono al mattino nei pressi di Aosta e sorvolano la città, dandovi così la possibilità di ammirare e fotografare Monte Bianco, Grand Combin, Monte Rosa, Cervino e Gran Paradiso da un punto di vista tutto particolare: dalla mongolfiera!
Una delle attività simbolo della montagna è la ciaspolata. E farla aspettando il nuovo anno ha il suo perché. A Torgnon potete passare il capodanno sulla neve, lanciare le lanterne, fare una passeggiata sulle ciaspole e godervi un gustoso cenone di San Silvestro.

Ciaspolata di capodanno in compagnia
Ciaspolata. Foto di skeeze da Pixabay

Se, invece, amate la velocità e i motori, il gatto delle nevi è quel che fa per voi. Il “capodanno col gatto” inizia il 30 dicembre, a Pila. La festa comincia con la scenografica fiaccolata dei maestri di sci, che culmina in uno spettacolo pirotecnico sulla neve. Per poi proseguire con un’escursione sulle piste con il gatto delle nevi. Ci sarà la possibilità di cenare in un accogliente chalet del 1770, con un menù che rivisita la tradizione gastronomica  della Valle d’Aosta.

Forti, castelli, rifugi e mercatini

Ci si può immergere ancora di più nella realtà valdostana passando il capodanno in forti, castelli o rifugi. Se si è appassionati di storia e cultura, è l’esperienza più adatta a voi. I castelli aperti al pubblico sono sette, a questi si aggiungono tre mostre installate permanentemente al Forte di Bard e un una ricca cena di Capodanno con menu tipico presso un tradizionale rifugio walser.

Forte Di Bard
Forte di Bard. Autore: Francofranco56 – Licenza: Public domain

Ovviamente non può mancare un giro ai famosi mercatini di Natale nella suggestiva cornice del Teatro Romano nel centro storico di Aosta.

Stefania Filice

Autore: Stefania Filice

Laureanda in lingue e letterature straniere moderne. Appassionata di libri, scrittura, fotografia e videomaking. Qualsiasi cosa abbia a che fare con la creazione di una storia, l’immaginario e la fantasia.
Capodanno ad Aosta, eventi per tutti i gusti ultima modifica: 2019-12-31T09:00:00+01:00 da Stefania Filice

Commenti

To Top