EVENTI FESTE E SAGRE TRADIZIONI

La Fiera di Sant’Orso, evento speciale per Aosta

Fiera di Sant'Orso, fiera dell'artigianato

Quando arriva la data in cui si celebra la tradizionale Fiera di Sant’Orso, entrano in scena gli artigiani locali di Aosta. Ogni anno si ripropone nel centro storico della città valdostana una vera e propria festa dove l’artigianato e la gastronomia diventano i protagonisti, accompagnati da musica, balli e tanta allegria. Scopriamo tutto su questo evento che gli abitanti del luogo e i turisti amano da sempre e che attira moltissimi visitatori ogni anno.

Il trionfo dell’artigianato e dell’enogastronomia

La Fiera di Sant’Orso fa parte di un programma di festeggiamenti dedicati all’omonimo patrono valdostano. Si svolge puntualmente ogni anno il 30/31 Gennaio, per poi lasciare il posto alla ricorrenza religiosa del 1 Febbraio che celebra la commemorazione della morte del santo. Si tratta di una fiera dell’artigianato locale, dove si assiste alla massima espressione di quest’arte, le cui opere vengono esposte nel centro storico di Aosta. Più di mille artigiani propongono creazioni originali e uniche, come sculture, oggetti intagliati, manufatti in pietra, rame, vetro o ceramica. E non mancano nemmeno le antiche sabot, calzature in legno che Sant’Orso era solito distribuire ai poveri insieme a vestiti.

Fiera di Sant'orso, sabot
Negli stand si trovano anche le sabot, tradizionali calzature in legno

Insieme all’artigianato, si esalta anche il lavoro tessile e la tradizione enogastronomica del territorio, con stand allestiti su Piazza Chanoux e Piazza Plouves. L’atelier offre agli ospiti in visita alla Fiera un vasto assortimento di tessuti tradizionali e pizzi, ma anche complementi d’arredo e vari oggetti fatti a mano. I padiglioni dedicati alla cucina, invece, offrono prodotti tipici con possibilità di degustazione. Tra le specialità si trovano salumi, formaggi, marmellate, miele, carne, frutta e verdura ma anche vini e liquori.

La Fiera di Sant’Orso, una festa in città

Ad accompagnare l’artigianato, la gastronomia e la produzione locale ci pensano i gruppi folkloristici che allietano i visitatori con canti e balli. Per l’occasione, dalle prime luci dell’alba fino al tramonto, in tutta la città si può assistere ad esibizioni itineranti, manifestazioni canore e dimostrazioni dal vivo. La festa in onore di Sant’Orso comincia così, dedicando anche spazio alle celebrazioni religiose con la Santa Messa dedicata agli artigiani. Al calar della sera, poi, è tempo di dedicarsi alla Veillà.

Fiera di Sant'Orso, balli e musica
I gruppi folkloristici allietano i visitatori durante la Fiera di Sant’Orso

Cosa si intende per Veillà? Nel dialetto locale indica la veglia, organizzata in due momenti differenti. Nel primo pomeriggio si organizza quella dei piccoli, mentre di sera fino a tarda notte è pensata per gli adulti. Perché la Fiera di Sant’Orso è una festa che non si ferma quando tramonta il sole e continua anche sotto il cielo stellato, passeggiando per le vie della città fino a tardi. L’unico ostacolo a questo momento di convivialità rimane il freddo, ma i mezzi per combatterlo di certo non mancano qui in Valle d’Aosta e nessuno rinuncia per questo a prendere parte a questo spettacolare evento tradizionale.

Cristina Fontanarosa

Autore: Cristina Fontanarosa

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con la voglia di scoprire sempre cose nuove e luoghi interessanti.
La Fiera di Sant’Orso, evento speciale per Aosta ultima modifica: 2019-02-22T09:00:44+01:00 da Cristina Fontanarosa

Commenti

To Top