CIBO CUCINA TIPICA

Tegole dolci valdostane: ricetta e storia di un dolce tradizionale

Tegole

Semplici ma fragranti e deliziose, le tegole valdostane sono uno dei dolci tipici della tradizione culinaria della Valle D’Aosta. Una storia che risale agli inizi degli anni ’30 e i suoi ingredienti genuini le rendono un elemento chiave della cultura gastronomica dolciaria del luogo. Con la diffusione nel territorio nazionale, le tegole valdostane sono ormai conosciute e apprezzate in tutte le regioni italiane, ma restano quel particolare modo goloso di cominciare la giornata a colazione soprattutto ad Aosta e dintorni.

Tegole dolci valdostane: dal 1930 ad oggi

L’origine di questi leggeri biscotti valdostani risale al 1930. I pasticceri Boch, dopo un loro viaggio nelle terre della Normandia, hanno realizzato le cosiddette tuiles, o tegole, portando con sé la deliziosa ricetta nella piccola regione italiana e facendone un cult della produzione dolciaria attuale.

Tegole Valdostane

Si tratta di biscotti a cialda dalla tipica forma che assomiglia proprio ad una tegola (da qui il nome di tegole valdostane!). Si preparano utilizzando pochi e semplici ingredienti e sono sottili e molto fragranti. In città e nelle località limitrofe si utilizzano per la prima colazione, ma anche come dessert per accompagnare il caffè o per il momento del break pomeridiano. Che si decida di gustarli inzuppati in una tazza di latte o come snack per fare merenda, le tegole dolci valdostane regalano quell’attimo di dolcezza che rievoca i sapori della terra d’Aosta.

La ricetta

Per realizzare le tegole valdostane come prevede la ricetta tradizionale servono questi ingredienti: albume, farina di mandorle e farina di nocciole, zucchero. Si comincia con mescolare i due tipi di farina insieme tra loro e quando sono ben amalgamate si uniscono agli altri ingredienti. L’albume deve essere montato prima di mettere insieme tutto il composto. Nella ciotola bisogna quindi mescolare bene fino ad ottenere un impasto che non deve essere affatto denso. Dopo essersi assicurati che il composto è abbastanza liquido si può procedere con la realizzazione delle tegole.

Prepar Tegole

I biscotti dalla forma circolare devono essere di circa 8 cm di diametro e si devono disporre su una teglia ricoperta di carta forno distanziandoli gli uni dagli altri. Prima di infornare le tegole valdostane bisogna riscaldare il forno e portarlo ad una temperatura che si aggira intorno ai 170 gradi. La cottura è velocissima: bastano appena 7-8 minuti per essere pronte! Attenzione a non lasciarli troppo tempo nel forno, perché rischiano di bruciarsi in fretta data la loro forma piuttosto sottile. La ricetta antica aggiunge il suo tocco a questa semplice preparazione. I pasticceri amano dargli quella leggera curvatura usando un mattarello proprio quando i biscotti sono appena usciti dal forno e li servono solo quando sono freddi per assaporare appieno la dolcezza della sua semplicità.

Cristina Fontanarosa

Autore: Cristina Fontanarosa

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con la voglia di scoprire sempre cose nuove e luoghi interessanti.
Tegole dolci valdostane: ricetta e storia di un dolce tradizionale ultima modifica: 2018-11-26T09:53:05+01:00 da Cristina Fontanarosa

Dove puoi trovare il prodotto

Commenti

To Top