EDIFICI STORICI MONUMENTI

Castello Sarriod de La Tour

castello sarriod - panorama

Il Castello Sarriod de La Tour è il frutto di diverse campagne costruttive che gli hanno conferito l’attuale aspetto irregolare che lo contraddistingue. Appartenuto fino agli inizi del Novecento alla famiglia Sarriod de La Tour, si presenta oggi come un insieme di edifici risalenti ad epoche diverse e protetti da una cinta muraria.

Meraviglia aostana

Guardandolo dall’alto del Castello di Saint Pierre, quest’ultimo appare come un insieme irregolare di edifici, situato in una zona pianeggiante un po’ al di fuori del centro abitato di Saint Pierre e vicino alla Dora Baltea. Portandosi alla destra del fiume è possibile notare come la posizione del castello non sia così priva di difese naturali, e che i lati di sud est poggiano su uno sperone roccioso a strapiombo sul fiume.
L’impianto più antico comprende la cappella e la torre centrale a pianta quadrata, configurazione tipica dei castelli valdostani risalenti al X-XII secolo. Il nucleo più antico è costituito, quindi, dalla torre centrale a cui nel corso dei secoli si sono aggiunti gli edifici ad essa adiacenti, per giungere, come risultato finale, ad un complesso architettonico di grande interesse storico ed artistico.

castello sarriod - dettaglio esterno

Panoramica Castello Sarriod

Un tuffo nel Medioevo

Dal 1970 la struttura appartiene alla Regione Autonoma Valle d’Aosta. Al suo interno è possibile ammirare il ciclo di affreschi custoditi nella cappella, il monumentale viret, le finestre a crociera del XV secolo.
Di grande valore sono le opere d’arte conservate al suo interno. Attualmente il castello ospita anche la mostra “Fragmenta Picta”, grazie alla quale è stato possibile ricostruire, con l’ausilio di molti frammenti originali, le decorazioni pittoriche del Castello di Quart che vanno dal XIII al XVI secolo.
La stanza più affascinante del castello è il salone di rappresentanza, la cosiddetta “sala delle teste” che presenta 170 mensole scolpite che sostengono le travi del soffitto e costituiscono un insolito campionario di figure grottesche, fantastiche ed altre che non possiamo di certo definire ‘pudiche’!
È possibile raggiungere il castello lasciando l’auto o il pullman nel parcheggio che dista cinque minuti a piedi dal maniero.

castello sarriod - notte

Illuminazione notturna Castello Sarriod

Modalità di visita

La prenotazione dell’ingresso è totalmente gratuita. I gruppi accompagnati da una guida turistica della Valle d’Aosta hanno i turni di visita riservati e garantiti, evitando inutili attese.
L’ingresso è riservato ad un massimo di 30 persone alla volta. L’eventuale parte restante del gruppo deve attendere negli spazi esterni all’ingresso del castello.
Il sito è parzialmente accessibile ai disabili. E’ necessario dare tale comunicazione alla guida, in modo tale da poter organizzare nel migliore dei modi il tour della struttura.

Annalisa Pedà

Autore: Annalisa Pedà

Sono Annalisa Pedà, classe 1990. Sono calabrese, ma vivo da alcuni anni ad Aosta. Ho studiato lingue straniere al liceo ed adesso lavoro per una multinazionale francese. Sono una grande salutista, pratico tanto sport e curo tanto la mia alimentazione . Amo viaggiare e andare alla scoperta di nuovi sapori, nuovi odori e nuovi stili di vita. Oltre alla passione per lo sport e per i viaggi, c’è anche la mia grande passione per la moda. Gestisco un blog personale da alcuni anni in cui parlo di queste mie passioni.
Scrivere mi rilassa e credo sia l’hobby migliore per accantonare la quotidianità.

Castello Sarriod de La Tour ultima modifica: 2019-04-23T09:00:23+02:00 da Annalisa Pedà

Commenti

To Top